Iris Ceramica per l’Ospedale Sant’Agostino-Estense di Modena


E’ stato fondamentale l’apporto economico di Iris Ceramica per l’acquisto di un nuovo robot chirurgico Da Vinci, tecnologia di ultima generazione che permette così al comparto operatorio del Nuovo Ospedale Sant’Agostino-Estense di Modena di rinnovare una piattaforma in uso dal 2005.

Con una donazione di 455.000 €, Iris Ceramica e Banca Popolare dell’Emilia Romagna sperano di poter essere di esempio per altri imprenditori, come ha sottolineato il Presidente di Iris Ceramica Romano Minozzi durante la cerimonia di donazione, alla presenza del Direttore Generale dell’Azienda Usl di Modena Mariella Martini e del direttore Dipartimento di Chirurgia Generale e Specialistica Gianluigi Melotti.

Tra il 2005 e il 2012, a Modena si sono svolti circa 170 operazioni all’anno, e l’innovativo robot sarà a disposizione dei chirurghi dell’Ospedale di Modena, degli urologi dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Policlinico, dei medici di Carpi e – nell’immediato futuro – del reparto trapianti e dell’otorinolaringoiatria del Policlinico. La donazione si inserisce in un progetto di finanziamento più ampio per l’acquisto del nuovo robot e ha previsto, in questa fase, un contributo di 375 mila euro da parte di Iris Ceramica, un altro contributo di 80 mila euro da parte della BPER e un ulteriore contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena che aveva contribuito all’acquisto del primo robot Da Vinci. Tra le novità più significative che il nuovo robot mette a disposizione dei chirurghi, la visione laparoscopica ad alta definizione e la possibilità di accedere, in tempo reale, ai tracciati fisiologici del paziente operato. Punti di forza dell’innovativa tecnologia sono la sua bassa invasività, la precisione millimetrica d’intervento e, nell’ultimo modello della strumentazione, una maggiore gamma di accessori diagnostici per i bracci meccanici del robot.

“Insieme a BPER – sottolinea Romano Minozzi, Presidente del Gruppo Iris – abbiamo deciso questa importante donazione per l’intera rete della sanità locale, sicuri che il robot verrà utilizzato nel miglior modo possibile”.

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy