Il gres porcellanato di Iris Ceramica è uno dei materiali di riferimento nei progetti di interior ed exterior design, per l'insieme delle sue qualità estetiche e le impareggiabili performance sul lungo periodo.

Resistenza e versatilità, unite ad un'estetica che riproduce tutti i principali materiali per rivestimento, lo rendono protagonista a livello internazionale, come attestato dal recente spazio espositivo nel centro storico di Lione, in Place Bellecour 2. Progettato dallo studio duePIU architects, lo showroom espande il concept legato all'atelier come luogo di invenzione e laboratorio di sperimentazione. Grazie ai molteplici effetti materici, naturali e strutturati, presenti sulle texture firmate Iris Ceramica, l'atelier si presenta infatti come luogo ibrido, a metà fra laboratorio e galleria espositiva. "Forti contrasti, scenografie e profonde suggestioni caratterizzano il percorso espositivo, pensato per mettere in scena il potere comunicativo del prodotto, scoprendo le varie anime del gruppo in un susseguirsi di mood differenti". I materiali presentati nell'atelier, dalle eclettiche collezioni dell'homestyle Diesel Living with Iris Ceramica quali Camp Army Canvas Black e Liquid Cosmo Purple, ai pavimenti Whole e ai rivestimenti delle nuove collezioni Blaze e Freehand, esaltano le potenzialità espressive di un materiale ceramico innovativo ed esclusivo, ideale per esprimere ed interpretare linguaggi architettonici sempre diversi.

Sono questi infatti gli aspetti che maggiormente risaltano nelle collezioni di Iris Ceramica realizzate in partnership con Diesel Living. Iperrealiste, inafferrabili e sempre sorprendenti, le collezioni rappresentano una vetta della recente produzione del Made in Italy. Camp trasporta le texture del mondo tessile (tele, juta, canvas) che si abbinano a superfici glaze e alle tonalità fredde della pietra, creando ambientazioni sofisticate e dal facile abbinamento. L'orizzonte di Liquid Cosmo è ancora più lontano, con le sue venature marmoree in toni di porpora, verde e grigio che trasfigurano la lastra in un "disegno cosmico", creando un'atmosfera tanto originale quanto onirica. Giocando con tali effetti e cromie, il progetto di duePIU architects spazia fra tradizione e innovazione, con la tessitura originaria del soffitto dell'atelier, a volta in mattoni, che si contrappone al disegno degli spazi interni e degli arredi tailor made. Uno spazio che non risulta mai uguale a se stesso, grazie alle molteplici potenzialità applicative delle grandi lastre che combinano luci, colori e materia in sequenzialità sempre differenti.

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy