Grazie alla loro riconosciuta funzionalità e versatilità, le grandi lastre Iris Ceramica sono uno dei prodotti di rivestimento più ricercati per progetti in cui è necessaria la contemporanea presenza di un'assoluta qualità tecnica del materiale, un'estetica raffinata e un'ottima resistenza sul lungo periodo.

Per l'insieme di queste performance, le lastre Iris Ceramica nelle varianti Avenue Ivory, Plumb, Amber e Silver sono state scelte per l'importante progetto di restauro del Seminario e della Facoltà Teologica dei Gesuiti di Napoli.
Si tratta di uno degli interventi recenti più rappresentativi per il capoluogo campano, perché la Pontificia Facoltà Teologica dell’Italia Meridionale (PFTIM) sezione San Luigi e il Pontificio Seminario Campano Interregionale sono considerati, per molti sul territorio, un punto di riferimento da più di 100 anni, per la formazione Teologica Universitaria nel mezzogiorno.
L'architetto Francesco Scardaccione ha realizzato l'importante opera di risanamento conservativo sull'edificio costruito tra il 1910 e il 1912, il restauro del complesso cinquecentesco adiacente, ancora work in progress, andando incontro ai desideri del cliente con soluzioni tecnicamente valide dal punto di vista architettonico, funzionale ed estetico, adeguando fin dove possibile il costruito e migliorandolo, rendendo gli ambienti confortevoli climaticamente e tecnologicamente con impianti all’avanguardia.

Per dare valore estetico e consolidare tutti gli impalcati orizzontali, la scelta dei rivestimenti a pavimento e parete si è indirizzata verso le maxilastre Iris Ceramica.
In particolare, "la mancanza di spessore a disposizione dopo aver consolidato i solai, ha determinato la scelta e l’uso delle lastre XXL di dimensioni 3,00 X 1,00 mt. e di tutte le varianti 1,50, 1,00, 0,50, ecc. con spessori minimi quali 0,60 cm. che hanno contribuito a dare valore all’intero comparto grazie alla estrema flessibilità delle lastre Iris e al grande valore estetico delle stesse".
Tutti gli spazi comuni, i connettivi che si presentavano con corridoi di lunghezza pari a mt. 110,00, le piazze interne, le aule grandi e piccole sono stati rivestiti con le lastre Iris Ceramica.
Grande attenzione ai rivestimenti verticali che nell’uso sempre delle lastre XXL da mt. 3,00 X 1,00, hanno concesso di rendere le pareti perfettamente manutenibili, sposandosi perfettamente con i serramenti in legno che contraddistinguono tutti gli ingressi agli ambienti.

L'unione di materiali diversi quali il gres e il legno ha quindi caratterizzato tutti gli spazi, dimostrando il connubio perfetto tra due mondi perfettamente integrabili.
Dal punto di vista puramente estetico, le lastre ceramiche Iris rispondono alla richiesta di luminosità, conferendo un aspetto di sobria eleganza e razionalità, grazie alla loro finitura materica.
Al tempo stesso, il materiale doveva avere delle ottime capacità prestazionali, sia di durata che di resistenza, in previsione di migliaia di passaggi e usi giornalieri dei ragazzi universitari.
Durabilità e resistenza hanno quindi fatto la differenza per determinare la scelta: il formato 300x100 per la pavimentazione e il rivestimento dei corridoi della facoltà e del seminario, disposti in orizzontale in asse con il connettivo, creano a terra una fascia che, allargandosi e cambiando di colore, sale lungo la parete e diventa rivestimento.

Per i piani che ospitano gli alloggi dei seminaristi e per gli altri ambienti accessori si è scelto un formato più piccolo, 150x100 cm. per questioni di geometria e di posa.

Progettisti: Francesco Scardaccione

Concessionario: Spazio Iris Benefit Corporation Napoli

Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy